SCREEN

Layout

Cpanel

Strike indicator regolabile

Fly bricolage


di Massimo”Starfly” Maggiani
Word and photo di Massimo”Starfly” Maggiani
Tempo di lettura 10 minuti

Mi è balenata questa idea seguendo un post su PIPAM, quindi dando fondo ad alcune reminescenze inventive di molti anni fa, ho cercato di pensare un modo per avere sul finale un “segnalatore di abboccata” che potesse aiutare sia i pescatori a mosca meno esperti sia i più navigati.
Passo alla spiegazione:
Materiale occorrente

Filo fluo del diametro di almeno 0,25 ( personalmente ho utilizzato il fluo del decathlon).
Un peso munito di gancetto (ho utilizzato un piombo da pesca di 40 gr. con inserito un piccolo pezzo di filo di metallo curvato all’estremità a mo di gancio).
Un avvitatore a batteria, con un gancetto stretto dello stesso tipo fatto per il piombo stretto nella testina.
Due pezzetti di tubetto in silicone morbido e sottile.
Il vostro finale conico sul quale realizzare lo strike-indicator.

Realizzazione

Tagliato un pezzo di filo fluo di circa 60/70 cm., lo si annoda con un semplice blood-knot alle estremità, formando un anello e tagliando l’eccedenza.
Si attacca un’estremità al gancio inserito nell’avvitatore, avendo cura di portare il nodo il più vicino possibile al gancetto
e tenendo l’altra estremità stretta tra le dita, si comincia a far ruotare l’avvitatore fino alla completa torsione del filo
Dopodiché si toglie dal gancetto il filo e tenendolo ben teso si appende il piombo a circa metà del tratto e lo si fa attorcigliare su se stesso.
Fatto ciò si provvede ad effettuare un piccolo nodo all’estremità superiore e poi ad attaccare nuovamente il cordoncino così ottenuto all’avvitatore, nel piccolo occhiello che si è formato.
Tenendo l’estremità con il nodo nell’altra mano, si procede come prima facendo ruotare l’avvitatore nello stesso senso delle spire, e si ripete il passaggio con il piombo.
Otterremo quindi un cordoncino di circa 15 cm., (per misure superiori, basta allungare il filo di partenza).
A questo punto si infila uno spezzone di filo da pesca (io ho utilizzato uno 0,30 ) nell’occhiello dove è rimasto attaccato il piombo

e si brucia leggermente l’altra estremità facendo si che i vari fili si fondano assieme premendoli con le dita preventivamente inumidite per non bruciarsi.
Fatto ciò si inseriscono due pezzetti del tubetto di silicone nel nostro finale conico.
Se utilizzate un finale a nodi, lo spezzone deve essere abbastanza lungo, tenendo conto che la mobilità dello strike andrà da un nodo all’altro. Dopodiché si fanno passare dentro ai tubetti di silicone anche i due capi dello spezzone di filo inserito nel filo fluo che sarà il nostro strike.
Si fa scorrere i due tubetti fino alle estremità del filo fluo ritorto e abbiamo così ottenuto un segnalatore che può essere mosso lungo il nostro finale tirando semplicemente una delle due estremità dei tubetti in silicone nel senso di scorrimento.
Ecco a voi il finale pronto da tenere nella vostra busta porta finali.
Testato e provato in pesca, non disturba nel lancio, anche se pescando a ninfa il lancio risulta spesso ravvicinato. La mia formula è: finale conico di 15 piedi con terminale dello 0,20 e un tippet di circa 70/80 cm. dello 0,16 con due mosche a 40 cm. una dall’altra, in acqua con profondità variabile dai 70 ai 120 cm..
Con l’augurio che possa permettervi di catturare qualche bel pesce in più, sia wet fly che only tung.


<< scarica il PDF >>


Massimo “Starfly” Maggiani


© PIPAM.org

PIPAM Shop ...

Novità SKY - Ottobre 2018

Novità SKY 236 
Novembre 2018


Leggi tutto...

.... NEWS !!!

Sei qui: Home Rodmaking & Fai da te Fly Bricolage Strike indicator regolabile